News

Comunicati

XIV Forum Passaparola - Pistoia 3-4 novembre 2017

XIV Forum Passaparola - Pistoia 3-4 novembre 2017
16 Ottobre 2017
Aperte le iscrizioni ai laboratori sulla bibliodiversità a scuola, in biblioteca e in libreria

Nell’ambito del programma di PISTOIA CAPITALE DELLA CULTURA 2017 e in collaborazione con la Biblioteca San Giorgio di Pistoia, il Forum del libro dedica PASSAPAROLA, il suo annuale appuntamento di riflessione e dibattito pubblico, al tema della bibliodiversità.

La bibliodiversità è la diversità culturale applicata al mondo del libro. Ispirandosi alla biodiversità, fa riferimento all’indispensabile diversificazione della produzione editoriale messa a disposizione del lettore, contro la standardizzazione dei contenuti. Garanti della libertà di espressione e del pluralismo delle idee, editori, bibliotecari, librai e insegnanti sono i principali protagonisti nella difesa della diversità culturale applicata ai libri.

L’edizione 2017 di PASSAPAROLA, realizzata con il sostegno del Comune di Pistoia, sarà l’occasione per una riflessione su come le Amministrazioni Pubbliche, i mecenati, i professionisti del libro e della scrittura — così come tutti i lettori e i cittadini — possano e debbano partecipare attivamente alla tutela e alla promozione della bibliodiversità.

Il PASSAPAROLA sarà ospitato nella biblioteca San Giorgio di Pistoia e sperimenterà una formula nuova, basata su un duplice livello. Una prima parte della manifestazione, a partire dalle ore 15.00 di venerdì 3 novembre, sarà costituito da tre seminari/laboratori aperti al pubblico, dedicati rispettivamente alla biblioteca, alla libreria e alla scuola, che si svolgeranno in contemporanea e vedranno la partecipazione di competenti protagonisti di esperienze innovative svolte nei diversi ambiti. Per partecipare alla discussione seminariale sui temi proposti, sarà necessario iscriversi inviando i propri dati entro il 25 ottobre a corsi.sangiorgio@comune.pistoia.it.

Il lavoro svolto nei tre seminari sarà poi riassunto e “restituito” ai Presidenti delle principali associazioni professionali del libro Rosa Maiello (AIB), Ricardo Franco Levi (AIE), Paolo Ambrosini (ALI), Anita Molino (FIDARE), Cristina Giussani (SIL), e Romano Montroni (Centro per il libro e la lettura), per avviare una discussione pubblica.

La mattina successiva alle ore 10.00 si ricorderà l'importante contributo del maestro Alberto Manzi, scomparso vent'anni fa: saranno proiettati alcuni filmati della sua attività televisiva, in collaborazione con il Centro Alberto Manzi e con la RAI. La vita e l'operato culturale del maestro Manzi verranno commentati dalla figlia Giulia, autrice di una biografia del padre (Il tempo non basta mai, add editore), da Barbara Ardito, responsabile web di RAI Cultura, e da Gino Roncaglia (Università della Tuscia) per sottolineare la perdurante attualità di un "fare scuola" in cui l'educazione alla lettura sia legata alla sperimentazione di linguaggi senza confini disciplinari, alla progettazione di spazi nuovi e originali. Modera Giovanni Solimine (Università di Roma La Sapienza).

In sintonia con questo approccio, alle ore 11.30 seguirà un incontro tra Goffredo Fofi e Giuseppe Montesano, vincitore del Premio Viareggio Rèpaci 2017 per la Saggistica, a partire dal suo nuovo libro Come diventare vivi. Vademecum per lettori selvaggi, in uscita per Bompiani.

 

IL PROGRAMMA

Venerdì 3 novembre - Biblioteca San Giorgio, Pistoia

Ore 15.00   Presentazione e saluti istituzionali

Ore 15.30-17.30 svolgimento in contemporanea di tre seminari/laboratori 

 

  1. Bibliodiversità in biblioteca. Proporre letture diverse per libri diversi”, coordinamento di Antonella Agnoli (Assessore alla Cultura, Creatività e Valorizzazione patrimonio culturale del Comune di Lecce)

Il laboratorio si propone di riflettere sulla biblioteca come habitat sociale neutro, trasversale, per tutti che, attraverso un ambiente accogliente, differenti forme di lettura, differenti modalità di esposizione e collocazione dei libri (a tal proposito Agnoli illustrerà l’esperienza di una biblioteca olandese), nuove forme di promozione della lettura e dei libri in altri luoghi (parchi, ecomusei, ecc.) cerca di avvicinare e coinvolgere chi non legge, le persone emarginate dalle trasformazioni tecnologiche e culturali, i giovani estranei ai tradizionali mezzi di diffusione della cultura. 

È prevista la partecipazione di: Fabio Viola, esperto di videogiochi; Lamberto Solmi (cooperativa sociale Open Group di Bologna); Adriana Paolini (Università di Trento) codicologa esperta di libro antico e promotrice di percorsi didattici per bambini sulla storia del libro; Patrizia Zerbi (casa editrice Carthusia); Enrica Borsari (Ufficio Innovazione del Comune di Milano), che interverrà sul tema delle biblioteche collocate in contesti e realtà sociali particolari; Maria Stella Rasetti della Biblioteca San Giorgio di Pistoia sulle strategie diversificate per la bibliodiversità.

 

  1. Bibliodiversità in libreria. Nuove forme di alleanza tra librai ed editori”, coordinamento di Aldo Addis (libreria Koinè, Sassari, Direttore tecnico della Scuola Librai Italiani).

Il laboratorio vede la partecipazione di librai e editori che, con l’obiettivo di combattere la tendenza all’omologazione e all’abbassamento del livello culturale delle proposte editoriali, sperimentano nuove forme di relazione professionale e di rapporti all’interno della filiera, di promozione della lettura e attività di coinvolgimento dei lettori nelle attività delle librerie. Saranno presenti tra gli editori Sandro Ferri (edizioni e/o), Alberto Ibba (NN editore), Giuseppe Laterza, Giorgia Antonelli (casa editrice LiberAria), i librai Paolo Ambrosini (Libreria Bonturi, San Bonifacio (Vr) - Presidente ALI), Alberto Galla (Librerie Galla Vicenza), Les Bouquinistes di Pistoia, Ilaria Milana (Libreria Piave-Mondadori, Roma - Direttore operativo Scuola Librai Italiani), Rocco Pinto (Libreria Il Ponte sulla Dora), Eleonora Tassoni (Libreria Rinascita, Ascoli), Antonello Saiz (Libreria Diari di Bordo, Parma). 

 

  1. Bibliodiversità nella scuola. Dal libro di testo alla biblioteca diffusa”, coordinamento di Silvana Sola (co-fondatrice della Libreria per Ragazzi Giannino Stoppani di Bologna e del Centro Studi/Accademia Drosselmeier, docente all’ISIA di Urbino).

La scuola è luogo di bibliodiversità. Il laboratorio affronterà le complesse problematiche che riguardano l’adozione alternativa, con uno sguardo alle proposte editoriali, oltre la scolastica. Si rifletterà sulle biblioteche scolastiche, potenziali luoghi di ricchezza bibliografica, spazi nei quali, accanto ai manuali scolastici, possono convivere selezioni accorte di libri per ragazzi. Verranno illustrati esempi di buone pratiche che intrecciano scuole, biblioteche e territorio: dall'educazione alla lettura di Ibby Italia alla rete di Senza Zaino, dall'intreccio tra biblioteca pubblica e  scuole alle biblioteche interne alle scuole, frutto del lavoro di adozione alternativa, dalla rete delle biblioteche scolastiche all'esperienza di Bill, la biblioteca della legalità disseminata sul territorio.

Parteciperanno Monica Di Bernardo, Serena Gaudino, Angela Maltoni, Marta Marchi, Daniela Pampaloni, Loredana Perego, Christian Raimo, Alessandro Riccioni, Carla Ida Salviati.

Ore 17.30-19.30 Restituzione del lavoro dei tre laboratori e discussione generale con la partecipazione dei Presidenti Rosa Maiello (AIB), Ricardo Franco Levi (AIE), Paolo Ambrosini (ALI), Anita Molino (FIDARE), Cristina Giussani (SIL), Romano Montroni (CEPELL).

 

Sabato 4 novembre

Ore 10.00 Apertura con un ricordo di Alberto Manzi sul tema "La scuola oltre le scuole: esiste ancora una funzione educativa della televisione?".

L'attività del maestro Manzi verrà ricordata dalla figlia Giulia Manzi (editor e autrice del libro a lui dedicato Il tempo non basta mai, ADD editore 2014), aprendo un confronto sul presente con Barbara Ardito (responsabile Web di RAI Cultura) e Gino Roncaglia (Università della Tuscia). Modera Giovanni Solimine (Università di Roma La Sapienza).

 

Ore 11.30 Dialogo tra Giuseppe Montesano e Goffredo Fofi, a partire dal nuovo libro di Giuseppe Montesano Come diventare vivi. Vademecum per lettori selvaggi (Bompiani 2017).

 

 

PER INFO:

Forum del libro

info@forumdellibro.org    

Biblioteca San Giorgio (Pistoia)

sangiorgio@comune.pistoia.it 

 

PER L’ISCRIZIONE AI SEMINARI:
corsi.sangiorgio@comune.pistoia.it